Sasuke, il piccolo ninja

Errori

Titoli episodi e commento

SASUKE, IL PICCOLO NINJA

(Sasuke) [TCJ 1968]

1. Il piccolo Sasuke

2. la bambola

3. Il trucco del fuoco

4. Il fantasma suonatore di flauto

5. I pesci carnivori

6. Il dio drago

7. Il trucco bushic

8. La famiglia Kasumi

9. Il mercante di schiavi

10. La piccola Kiri

11. Un flauto nella notte

12. Sabbie mobili

13. Jigensai lo stregone

14. Magia nera

15. I quattro bambini

16. La pioggia rossa

17. Il trucco della nebbia

18. Corri Sasuke, corri

19. Colpo di fulmine rotante

20. Il proprio territorio

21. Il trucco del rovescio

22. Il villaggio nascosto

23. Valle sugaru

24. Amore nella tempesta di neve

25. Il trucco dell'ombra inchiodata

26. Il cervo bianco

27. L'uomo immortale

28. Un'ombra indistinta

29. Forte come un leone

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA SERIE:

Trama:

Giappone, anno 1614, Ieyasu Tokugawa sferra una potente offensiva contro i Toyotomi a Osaka e rischia di essere ucciso dai ninja Sarutobi, al servizio della famiglia Sanada.

Ieyasu ordina quindi di sterminare tutti i Sarutobi, rimasti in pochi e indeboliti dalla guerra, al suo fidato Hattori Hanzo, il capo dei ninja di Iga, il quale si mette subito sulle loro tracce.

Daisuke Ozaru, il padre di Sasuke, ferito e travestito da mendicante, raggiunge il figlio e sua madre. Purtroppo quest'ultima, per proteggere il marito e Sasuke, muore combattendo contro Kaede, la figlia di Hattori Hanzo.

Daisuke, ancora vestito da mendicante, aiuta il figlio a scappare, poi gli si rivela e insieme intraprendono un viaggio per salvarsi dalla morte affrontando i ninja inseguitori che li braccano.

Daisuke sfrutterà ogni occasione per permettere al figlio di apprendere sia le tecniche ninja che lezioni di vita, arrivando anche a lasciarlo da solo per diversi giorni.     

 

Ricordi che ci hanno spinto a rivederlo:

-Le spettacolari tecniche ninja, con tanto di spiegazione del narratore

-L'azione frenetica durante gli scontri

-Un'altra serie ambientata nel Giappone feudale. Sapevamo che aveva una bella storia, ma nessuno si ricordava come finisse 

 

Regge le aspettative?

Non c'è che dire, una serie bellissima!!! Grande Sampei Shirato!!

Pur essendo del 1968, l'animazione è di ottimo livello, i paesaggi sono essenziali ma ben rappresentati. Forse i colori nei fondali sono un po' spenti ma potrebbe essere colpa della nostra fonte (delle VHS datate, se uscirà l'edizione DVD mi prenderò la gioia di fugare questo dubbio).

Non usa praticamente mai scene riciclate, fatta eccezione dell'animazione di Sasuke che vortica tra i rami di un albero.

Le scene di combattimento sono molto dinamiche, anche nella regia delle inquadrature che cambiano spesso "punto di vista".

Bellissima anche la colonna sonora che, oltre a musiche di sfondo apprezzabili fatte con strumenti giapponesi quali lo shamisen, si avvale anche di ben 2 canzoni; la prima è la sigla d'apertura jappo e ci viene riproposta spesso durante gli scontri più difficili, l'altra è una canzone che è legata al ricordo della madre di Sasuke, struggente e malinconica (probabilmente la sigla di chiusura originale).

Anche gli effetti sonori risultano appropriati, kunai e shaken che si scontrano e katane che squarciano le carni hanno un suono molto credibile.

La serie tratta temi sia di denuncia (sociale, povertà, classismo, carestia, religione) che sentimenti importanti quali affetto dei genitori, vendetta, morte, perdono, rimorso, fiducia, amicizia. E dire che è considerata per bambini...   

Una storia solida e ben costruita che, sfruttando il tema del viaggio padre figlio, mantiene una continuity pressoché totale.

Divertenti le spiegazioni dei trucchi ninja, a volta addirittura supportate da tavole illustrate.

Sono inoltre presenti scene cruente ed esplicite, sia su animali che persone. Vedrete entrambi fatti a pezzi. Gli animali sono sempre a rischio ma non come in 'Ninja Kamui'. Spiccano su tutti il cucciolo di Sasuke e un Bambi.

L'uso di personaggi storici (Hattori Hanzo, Ieyasu, gli Yagiu per citarne alcuni) viene coraggiosamente abbandonato per dare spazio alle vicende del padre e del suo figlioletto. 

Anche se in maniera inferiore rispetto all'invincibile Shogun, non mancano delle botte di Bastardo!!

Offre una vasta panoramica di armi tecniche e travestimenti ninja. Incredibili le scene che sono state poi d'esempio o sfruttate in altri manga, anime famosi e videogiochi; veri e propri omaggi a Sasuke.

C'è una cosa particolarmente divertente ma fuori luogo (ma forse è un errore di doppiaggio): in un episodio, Daisuke combatte ininterrottamente per ben 14 GIORNI DI FILA!!!! SENZA PAUSE!!!! Contro lo stesso nemico!!

Inoltre, non ci vengono spiegate alcune cose:

-il trucco della resurrezione. Si vede Daishi, un cuginetto di Sasuke, che cade a tocchi sanguinanti e poi torna come prima...

-l'immortalita di Shigoro. Lo vediamo prendersi bellamente kunai in gola e venire trapassato da un tronco a torso nudo come se nulla fosse!!

-l'arte illusoria dell'ombra indistinta che usa il ninja cristiano Munen.

-Come faccia Daisuke a sfuggire ai piranha. Lo vediamo chiaramente sopraffatto da centinaia di essi che lo addentano.

Vero e proprio colpo di scena che non ci aspettavamo in un cartone per bambini: ad un certo punto della serie, Daisuke va via senza dare una spiegazione a Sasuke. Noi tutti abbiamo pensato che andasse da qualche altra donna e nelle ultime puntate si scopre che è proprio così!!

Zanin