Violence Jack

Introduzione

Capitolo 1

Capitolo 2

Capitolo 3

  

   

 

Anno di produzione: 1986  

Trama:

Mary (vagamente simile a Min May di Macross), è alla ricerca del suo fidanzato che non vede da prima del terremoto. Finisce però catturata dalla "cacciatrice di vergini" una donna senza scrupoli, che rapisce giovani fanciulle per farne schiave sessuali e venderle.

Fortunatamente, il furgone si imbatte in Jack e va in pezzi, dando l'occasione di scappare alle ragazze catturate. Nella fuga, Mary fa amicizia con Yumi, una ragazza che non ha più nessuno rimasto al mondo. In breve tempo però, le due vengono ricatturate e predisposte alla "rieducazione". A far parte della banda dei "cacciatori di vergini", c'è anche Kenichi, il fidanzato di Mary. Quando il giovane riconosce la ragazza (proprio mentre la giovane si stava opponendo strenuamente alla rieducazione sessuale) irrompe con un elicottero, uccide due scagnozzi e scappa con Mary e Yumi.

Mentre Kenichi cerca di trovare un modo per portare tutti in salvo, le due ragazze si nascondono, ma Yumi tradisce e svela il nascondiglio alla banda criminale, perché invidiosa della ritrovata felicità dell'amica.

Il trio, anzi il duo, è in trappola ma viene offerta a Kenichi una possibilità: se sarà in grado di uccidere Jack, verrà perdonato e Mary risparmiata.

Inutile dire che non c'è alcuna chance che Kenichi riesca ad abbattere Jack (che abbiamo visto precedentemente beccarsi dei missili in pieno petto al pari di moscerini). Il giovane, riesce però a ferire Jack a un occhio e scappare.

Jack, nel frattempo, inizia a fare strage nella base provocando anche qualche esplosione. Kenichi e Mary fuggono su un elicottero mentre sul tetto Jack combatte con il capo della banda, mentre infuria una tempesta. Jack sta subendo, ha diverse ferite, è appeso sull'orlo di un palazzo e il capo taglia le dita della mano con cui si regge, ma Mary, nonostante Ken si opponga, lancia una corda al titano che la afferra evitando di precipitare. Rimane però impigliato con la corda ad un traliccio (a mo di salame ^_^), il nemico si avvicina per finirlo e Jack, tirando la corda, butta giù tutto l'elicottero con Mary e Ken dentro!!!

Mary sviene, invece per Kenichi non c'è più nulla da fare. Vediamo il sangue riversarsi copioso dalla sua testa, bel ringraziamento per aver aiutato Jack!! Un vortice avvolge il gigante, al quale rispuntano tutti i pezzi persi, occhio compreso.

Mary si risveglia su una distesa di sabbia, vede un falco dorato che vola e assume un'espressione tra il commosso e il felice (ma che avrà poi da essere felice??).

 

Errori e commento:

Molto bella e particolarmente ben animata, l'intro con lo scontro tra Jack e Slum King.

Il tratto e lo stile del disegno ricorda moltissimo "Gli sceriffi delle stelle", è animato piuttosto bene, anche se a volte abbiamo Jack che trasla in mezzo agli scagnozzi che poi cadono a pezzi...

Sono presenti scene violente con sangue e budella e un paio di scene piccanti ma niente di più.

-Per un semplice graffio, Yumi, la sorella di Mirko dei Beehive, dice di non poter più camminare. Esagerata! (vedi)

-Assistiamo ad una prima panoramica con scene di torture sessuali (non animate) (vedi) e poi, dopo il discorso della tizia con la frusta a Mary e Yumi, vengono usate le stesse identiche immagini di prima solo con un orrido filtro a sbarre davanti... (v. immagine)

-A Yumi, basta una slinguazzata lesbo per diventare un puttanone... mah...

-La prospettiva delle immagini sessuali viste dall'elicottero è sbagliatissima!!

-Terribile! Kenichi parcheggia letterlamente l'elicottero nella stanza dove viene stuprata Mary (lo schianta sull'edificio senza conseguenze e l'elicottero rimane sospeso a mezz'aria)!!!

-Kenichi fa abbandonare Yumi a Mary dicendole: "Vieni, Yumi è ormai..." ma la ragazza stava benissimo, era solo diventata un pò zoccolona a causa delle violenze subite... poverina...

 


Mary Yumi Kenichi  La donna con la frusta