Il Grande Mazinga

Errori

Titoli episodi e commento

IL GRANDE MAZINGA

(Great Mazinger) [Toei Doga 1974]

1) L'eroe dei cieli

2) Un messaggero dall'inferno

3) L'indomita Venus

4) Assalto alla Fortezza delle scienze

5) L'attacco dei mostri guerrieri

6) Tetsuya va all'inferno

7) Il bugiardo ha paura

8) Operazione pugno atomico

9) Jun combatte per l'umanità

10) Attenzione, l'onore è in arrivo

11) Shiro impara la lezione

12) Bisonia colpisce duro

13) Il Grande Signore contro Kenzo

14) Salvate la Fortezza delle scienze

15) L'inferno dei ramarri

16) Sorgi, principe di Michene

17) Tetsuya esce dalle tenebre

18) La trappola nera

19) Giovane sangue sulla neve

20) Disperata resistenza

21) L'indignato Imperatore delle Tenebre

22) La morte di Gorgon

23) La marchesa Yanus, discutibile comandante

24) La grande scommessa

25) Atterraggio sulla base avanzata

26) Il segreto del dottor Kabuto

27) Il contrattacco di Whrath

28) L'attacco di Yanus

29) L'arma segreta

30) Il Generale Nero assapora la vittoria

31) La fine del Generale Nero

32) Il mistero della mente di Mazinger

33) Le gambe del grande Mazinger

34) Ora o mai più

35) Cattloo Corp.

36) Resurrezione d'amore

37) Assassino alle tre del mattino

38) Trattieni le lacrime, Tetsuya!

39) La fine di Mikeros

40) La fiammeggiante croce della morte

41) L'invincibile demone

42) La profonda fossa marina

43) La fortezza delle scienze

44) L'ultimo contrattacco

45) Il Grande Mazinga perde la testa

46) Coraggio oltre la morte

47) Il potente super-razzo

48) Operazione attacco speciale

49) Non c'è riposo per gli eroi

50) Il sole dietro le lacrime

51) Il ritorno di Mazinger

52) Morire giovani

53) Tetsuya e Koji all'attacco

54) L'invincibile doppio attacco

55) Tetsuya e Koji all'inferno

56) La campana della pace suona per gli eroi 

 

 

 

 

 

 

LA SERIE:

Trama:

Scomparsa la minaccia del Dottor Inferno (in originale, Doctor Hell), Koji Kabuto parte per gli Stati Uniti al fine di collaborare a delle importanti ricerche su avvistamenti UFO

Il Giappone non è posto tranquillo ma, sapendo che Tetsuya col Grande Mazinga è lì in caso di necessità, Koji lascia la terra natale (d’altronde aveva già visto Tetsuya e il nuovo robot in azione. Vedi “Mazinga Z contro il Generale Nero”). I Micenei infatti tornano all’attacco.

Organizzati gerarchicamente, in ordine di importanza, abbiamo: l’Imperatore delle Tenebre, il Generale Nero (a pari grado con la Marchesa Yanus, Bardallà, Yuri Caesar ed altri) ed infine il subordinato Duca Gorgon e i soliti soldati sacrificabili stile “png deboli”; essi faranno di tutto per conquistare la Terra, arrivando anche a costruire diverse basi e fortezze.

Una nuova minaccia per l’umanità parte dal Giappone e a farvi fronte, dalla Fortezza delle Scienze, insieme a Tetsuya col Grande Mazinga, c’è Jun con Venus.

Il Grande Mazinga respingerà ogni attacco delle truppe di Micene che si faranno di volta in volta più agguerrite e spietate.

 

Ricordi che ci hanno spinto a rivederlo:

-Le molteplici armi, come: la Spada Diabolica, il Fulmine Laser, i Pugni Atomici a disposizione del Grande Mazinga

-Battaglie cruente e strategie nemiche elaborate tenteranno più volte di impedire al Grande Mazinga di entrare in azione, una volta scoperto da dove viene lanciato

-Assurde piste da percorrere e agganciamenti improbabili (specialmente la Regina delle Stelle)

-Perché il dottor Kabuto ha le mani robotiche??

-Puntate che svelano il passato dei protagonisti ed episodi con entrambi i Mazinga all’opera.

 

Regge le aspettative?

L’animazione è di buona qualità, spesso il Grande Mazinga si lascerà andare a vere barbarie sui nemici con la sua spada. Le soundtrack sono adeguate, totalmente nuove rispetto al Mazinga Z (immancabile la versione strumentale dell’opening, durante gli scontri).

La storia è molto articolata, i vari Generali si succederanno per abbattere il Grande Mazinga. Quando l’Imperatore è costretto a scendere sul campo di battaglia, addirittura Koji e Mazinga Z faranno la loro comparsa.

Rispetto alla serie di Mazinga Z, c’è meno scontro fra i robot e questo è un bene. Spesso si vedono i nemici architettare piani Machiavellici o le puntate sono dedicate a flashback su Tetsuya, risultando davvero gradevoli. Una fra tutte, quella dove a soli otto anni, gli regalano uno sparviero!!!

Lodevole l’intento degli sceneggiatori di trattare una tematica quale il razzismo in un cartone per ragazzi. In una puntata, Jun, si sente a disagio e diversa solo per il fatto di non essere giapponese come gli altri ma di colore. Addirittura, arriva a strofinarsi energicamente il braccio con una spugna come per voler lavar via la sua pelle scura.

La Fortezza delle Scienze sembra un vero catorcio e spesso vedremo gli addetti abbandonarla su dei miseri gommoni (o i robot che la raddrizzano tirando delle semplici funi!!)

Tetsuya sviene quasi in ogni episodio e ogni facciata che prende sulla cabina comandi, gli procura ferite evidenti e sanguinanti nonostante la visiera e il casco. Perché non gli danno anche una cintura di sicurezza???

Quando il dottor Kabuto chiama Tetsuya, ripete sempre il suo nome almeno 2 volte! Ha paura che il giovane non lo senta o teme che sia nuovamente svenuto??

I Micenei (tra cui il Duca Gorgon, in primis) sono presenti anche in alcune puntate di Mazinga Z, anche se shikashi non sono mai state adattate.

Ulteriore anello di congiunzione tra le due serie (Mazinga Z e Grande Mazinga) è il trio formato da Boss, Nuke e Mucha nonché il Boss Robot. Rispetto ad Afrodite A (dotata di due soli missili tettali), il robot di Jun, Venus, ha molte più armi, risultando più utile.

Curiosità: per chi ancora non lo sapesse, Koji altri non è che Alcor nel Goldrake nostrano. Jun è il nome della moglie di Go Nagai.

 

Zanin